Rischio Clinico in Sanità

0
249

La sicurezza delle cure è parte costitutiva del diritto alla salute ed è perseguita nell’interesse dell’individuo e della collettività

 (art.1 -Legge Gelli).

Lavaggio delle mani

Lavare bene le proprie mani è una piccola accortezza, una base per ridurre e prevenire contagi: le mani infatti, fungono da vettori di agenti patogeni, per noi operatori sanitari ma molto più per i pazienti che sono immunocompromessi.

  • Si stima che a causa delle infezioni ospedaliere, spesso causate dal passaggio di batteri attraverso mani sporche, si ammalano ogni anno in Europa circa 3,2 milioni di persone. Di queste ne muoiono circa 37.000. 
  • Se l’80% dei medici si lavasse le mani con regolarità le infezioni ospedaliere sarebbero dimezzate.
  • Con un’accurata igiene delle mani ogni anno si potrebbero salvare 8 milioni di persone ricoverate.

Data l’importanza dell’igiene delle mani, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ogni anno promuove, per il 5 maggio, la Giornata Mondiale per il lavaggio delle mani per ricordare l’importanza di questo gesto semplice, ma essenziale per la prevenzione delle infezioni trasmissibili, soprattutto negli ambienti ospedalieri e di cura.

Si ringrazia Fondazione Giglio per la gentile concessione

Angela Francioso – Referente rischio Clinico per l’Ordine di Foggia

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome