Il Ministro Bussetti inaugura l’anno accademico. L’anno scorso fu responsabile dell’ennesimo esubero formativo dei tecnici di radiologia.

0
329

Sarà il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Prof. Marco Bussetti, l’ospite principale della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2018/19 dell’Università di Foggia, in programma per domani.

Ricordo a tutti che l’anno scorso fu proprio il MIUR ad aumentare in modo ingiustificato i posti per TSRM nelle Università pugliesi. Tale forzatura, attuata anche a livello nazionale in barba al lavoro svolto da Federazione, Regione e Ministero della Salute, ha contribuito a incidere negativamente sul totale nazionale, che invece di 670 posti è diventato pari a 726.

Il Ministro Prof. Bussetti, inoltre, deve ancora rispondere a 10 domande che decine di tecnici di radiologia gli inviarono a luglio scorso:

1) Quando ha firmato il Decreto per l’assegnazione dei posti per le Professioni Sanitarie, ha tenuto conto dei numeri elaborati su dati oggettivi da Ministero della salute, Categorie e Regioni?
2) È a conoscenza che da anni il MIUR assegna dei posti in esubero rispetto al fabbisogno di diversi professionisti sanitari?
3) Lei è consapevole che inflazionare il mercato del lavoro con un esubero formativo ha pesanti ricadute sociali poiché abbassa il salario di tutti?
4) È a conoscenza che l’esubero formativo sommato alla liberazione del mercato del lavoro ha portato a salari dell’ordine di 6 € l’ora per professionisti che hanno superato una selezione a numero chiuso?
5) Ritiene normale che una sede di corso di laurea per tecnici di radiologia a Foggia abbia laureato 200 persone in otto anni e non ne abbia assunto nemmeno uno?
6) Come considera il trasferimento del corso (al punto precedente) verso una sede limitrofa in cambio di 1,8 milioni di euro incassati dall’Università di Foggia?
7) Ritiene corretto avere due corsi di dieci posti ciascuno a 50 km di distanza l’uno dall’altro (Barletta e Bari) in violazione delle Linee guida programmatiche MIUR che auspicavano una razionalizzazione dell’offerta formativa tramite fusioni tra università?
8) È d’accordo con l’affermazione che i posti messi al bando dal MIUR siano più funzionali al mantenimento delle sedi universitarie per tecnici di radiologia piuttosto che alle reali esigenze del mercato del lavoro?
9) Dal punto di vista etico, ritiene giusto illudere i giovani che vincono una selezione ad un corso a numero programmato quando poi hanno le stesse chances di lavoro di coloro che accedono ai corsi liberi?
10) Ritiene politicamente vantaggioso non rispondere a queste domande?

Si spera lo faccia domani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome