La congiura contro i TSRM deve finire. Primo consiglio nazionale straordinario autoproclamato.

0
4231

Né contro il Presidente Beux, né contro i medici radiologi. Se la prima adunanza autoproclamata vuole essere costruttiva, deve puntare il dito contro il Ministero della Salute: non si lascia senza risposte la Federazione per anni! Non siamo Ente sussidiario dello Stato solo per sbrogliare la grande matassa del Maxi-Ordine!

Ogni volta che il Presidente Beux ha scritto a Ministri e dirigenti ministeriali vari, lo ha fatto per salvaguardare salute e sicurezza dei cittadini. Per tutta risposta, dal Ministro Balduzzi, alla Lorenzin e per finire con l’attuale Dott.ssa Grillo, solo noi siamo rimasti fuori dai tavoli ministeriali affollati da medici e fisici. “Contesti che spingono ad andare in determinate direzioni“, ci diceva il Dott. Paolo Rossi l’8 aprile 2017 nell’ultima riunione nazionale sulla Direttiva europea. Poi, anche la Federazione mi sembra abbia gettato la spugna sull’argomento.

E come dargli torto? Pensate al Decreto “Standard di sicurezza per l’istallazione e impiego di apparecchiature RM“: sin da Consiglio nazionale di Torino, ottobre 2011, si parlava di “Comitato di crisi” e di interventi sulle Autorità competenti. Siamo arrivati ad oggi, con il decreto pronto e ben tre lettere all’On.le Giulia Grillo senza ancora nessuna risposta.

Concludendo, se anche questo Governo deciderà di dare alla sanità italiana una diagnostica antiquata e più costosa, dove invece della giustificazione di II livello si punterà ad avere medici radiologi ovunque, dobbiamo ovviamente attenerci alla norma. L’importante è che la legge sia chiara: o descrive esattamente la realtà lavorativa, oppure cambia la realtà (ad esempio aumentando il numero dei radiologi affinché la giustificazione di I livello “caso per caso” sia vera). A noi presidenti sta a cuore tutelare la serenità dei TSRM, che devono lavorare con regole certe e non essere l’anello debole del sistema attuale. Dove, quando arrivano i NAS, siamo i primi a rischiare solo per aver eseguito il nostro lavoro.

Ringrazio i tanti presidenti che hanno aderito all’iniziativa di un Consiglio nazionale straordinario, proposta elaborata insieme al Presidente dell’Ordine di Catania, Dott. Vincenzo Torrisi. Hanno sottoscritto la richiesta di adunanza straordinaria:

ORDINE TSRM PSTRP PRESIDENTE
Bari – Taranto Dott. Mario Partipilo
Bergamo Dott. Fabio Pignetti
Bologna Dott.ssa Rossella Trenti
Brindisi Dott.ssa Domenica Argese
Caltanissetta – Agrigento Dott. Vincenzo Santoro
Lecce Dott. Giorgio Pede
Messina Dott. Giovanni Certo
Milano – Como – Lecco – Lodi – Monza Brianza – Sondrio Dott. Diego Catania
Perugia – Terni Dott. Massimo Angelini
Ragusa Dott. Roberto Caruso Olivo
. .
Salerno Dott. Pasquale De Rosa
Siracusa Dott. Vincenzo Arrabito
Torino – Aosta – Alessandri – Asti Dott.ssa Floriana Simeone
Trapani Dott. Antonio Luigi Giacalone

 

Antonio Alemanno – Presidente Ordine TSRM PSTRP Foggia

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome